Coinvolgere il pubblico

Coinvolgere il pubblico è sempre una sfida nel public speaking. Se sei un abituale lettore dei miei post, sai quanta importanza do al “less is more” (“di meno è meglio“) nel public speaking. Perché sovraccaricare la propria audience di informazioni non è mai producente.

Tuttavia nell’arte del parlare in pubblico esiste un unico caso in cui “more is better (“di più è meglio”): la stimolazione di tutti i sensi percettivi.

Spesso gli speaker tendono a stimolare un solo senso percettivo nel loro pubblico: la vista.

Se non l’hai ancora notato, facci caso la prossima volta che parteciperai a una presentazione e chiediti “lo speaker sta per caso stimolando anche il mio udito, il mio olfatto, il mio senso del tatto e quello del gusto? Oppure sta solo stimolando la mia vista?”. Se ci farai caso, noterai che, molto probabilmente, lo speaker sta parlando solo in modalità visiva.

Coinvolgere il pubblico: Perché é bene stimolare tutti i sensi

Ciascuno di noi si rappresenta la realtà a suo modo. Alcune persone (i visivi) lo fanno prevalentemente tramite immagini, altre (gli auditivi) più con i suoni e altre ancora (i cinestesici) mediante sensazioni tattili o percettive.

E’ chiaro che, quando si parla a un pubblico, si può coinvolgere tutti solo se si stimolano più sensi possibili. Occorre dunque allenarsi e abituarsi a parlare in 3D!

Coinvolgere il pubblico
Coinvolgi il tuo pubblico parlando in 3 dimensioni: visivo – auditivo – cinestesico.

 

Coinvolgere il pubblico: lo storytelling in 3D

  • Immagina di sentirti dire “Questa mattina a colazione al bar ho mangiato una bella fetta di torta alle ciliegie e poi sono corso al lavoro”. E immagina di sentirti dire la stessa cosa ma in modo diverso “Questa mattina prima di andare al lavoro sono andato al bar, di sottofondo la canzone di Elisa “No hero”, al banco una bella ragazza bionda che con il suo sorriso smagliante e una voce calda e profonda mi ha chiesto “cosa desidera?”. Una fetta di crostata alle ciliegie, grazie. Prima di dare il primo morso a quel capolavoro di torta, ho chiuso gli occhi e ne ho assaporato il profumo. Una fragranza buonissima che mi ha fatto ricordare quando da piccolo dopo la scuola andavo da mia nonna a fare i compiti. Lei ogni settimana mi preparava una torta diversa. La mia preferita era quella alle ciliegie. Poi ho aperto gli occhi e l’ho mangiata, morso dopo morso, soffice come la neve, dolce al punto giusto. Un sapore divino. Finita la fetta di torta sono tornato alla realtà, mi sono messo in auto e mi sono catapultato al lavoro. Ad accogliermi in ufficio il fragoroso “Buongiorno” della mia collega preferita”.

Coinvolgere il pubblico: la vendita in 3D

  • Anche in questo caso, quando si parla a un pubblico di potenziali acquirenti, è necessario stimolare tutti i sensi. Nessuno si deve sentire escluso.

Con i miei clienti faccio sempre questo gioco quando li supporto a preparare le loro presentazioni di vendita:

nel caso in cui il tuo potenziale acquirente decidesse di non acquistare il prodotto/servizio che proponi, quali conseguenze ci sarebbero sulla qualità della sua vita a breve e lungo termine? Come puoi descrivere queste conseguenze con immagini, dialoghi (anche interiori) e in termini di sensazioni?

nel caso in cui il tuo potenziale acquirente decidesse di acquistare il prodotto/servizio che proponi, come migliorerebbe la sua vita a breve e lungo termine? Come puoi descrivere queste conseguenze con immagini, dialoghi (anche interiori) e in termini di sensazioni?

Vuoi persuadere il tuo pubblico? D’ora in poi esprimiti in 3D!

Qualunque sia la tua professione e qualunque sia il tipo di presentazione che devi preparare, ricordati sempre di distinguerti da tutti gli altri speaker. Come? Stimolando tutti i sensi del tuo pubblico. Esprimendoti in 3D!

Perché una delle strategie per tenere alta l’attenzione e aumentare il tuo potere di persuasione è anche questo: parlare non solo agli occhi, ma anche alle orecchie, al naso, al palato del tuo pubblico. Solo così parlerai anche al suo cuore.

In questo video puoi approfondire il significato di visivo, auditivo e cinestestico.

 

Un’altra strategia per rendere il tuo discorso più persuasivo ed emozionale è l’utilizzo dei prop e delle metafore.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con amici e colleghi!